Analizzando… Montblanc

Analizzando… Montblanc
13 Settembre 2007 synesia

FONETICA: COME SUONA IL NOME MONTBLANC?

Montblanc è un bisillabo piuttosto facile da pronunciare in italiano. La presenza dei due suoni nasalion’ e ‘an’ [mɔ̃blɑ̃] richiama chiaramente la sonorità della lingua francese: sono suoni che non sempre si riescono a riprodurre nel modo corretto, ma che sono così affascinanti! Il ritmo del nome è piano, la sua melodia curiosa e attraente, e benché l’ultima lettera ‘c’ non sia da pronunciare, la sua presenza dà quell’ulteriore tocco di attraente singolarità.

SEMANTICA: COSA SIGNIFICA IL NOME MONTBLANC?

Montblanc è oggi sinonimo di lusso, fascino, preziosità e scrittura. Porta con sé una storia lunga più di un secolo, iniziata ad Amburgo, Germania nel 1906 quando l’imprenditore Claus-Johannes Voss insieme al banchiere Alfred Nehemias e all’ingegner August Eberstein fondano la societàSimplo Filler Pen & Co.’ Nel 1909 la società prende il nome del loro prodotto di maggior successo, Montblanc: una stilografica nera con una stella bianca a sei punte arrotondate sull’estremità del cappuccio, come rimando alla vetta più maestosa delle Alpi. Da allora, ‘La Montblanc’ è divenuta l’esempio più eccelso degli strumenti da scrittura.

MORFOLOGIA: COM’È FORMATO IL NOME MONTBLANC?

Il brand name Montblanc è formato dalla fusione di due parole del dizionario francese, la prima ‘Mont’ che rimanda alla montagna, alle vette, all’altitudine, e la seconda ‘Blanc’ evocativa invece di purezza, chiarezza e genuinità. Il nome richiama naturalmente il famosissimo Monte Bianco, cima più alta dell’Europa centrale che separa la Valle d’Aosta italiana e l’Alta Savoia francese.

ICONOGRAFIA: COSA COMUNICA IL SIMBOLO DI MONTBLANC?

Che cosa sarà il simbolo della Montblanc? Un asterisco? Una stella? Un fiore? Un fiocco di neve? Ognuno può vedere quel che preferisce, ma il famoso segno dagli angoli morbidi e arrotondati è stato ideato per rappresentare la cima innevata del Monte Bianco! I simboli evocati dal marchio sono tutti coerenti e positivi per il brand: l’asterisco è legato alla scrittura, la stella rappresenta l’alta qualità e l’oggetto prezioso, il fiore è romantico, e il  fiocco di neve è poetico. Il percorso iconografico si conclude poi con un cerchio che contiene il simbolo, graficamente stabile e pulito: simboleggia la perfezione e comunica sicurezza e affidabilità.

CROMIA: QUALI SONO I SIGNIFICATI DEI COLORI DEL LOGO MONTBLANC?

Nero e bianco determinano un accostamento cromatico molto forte e deciso, dando un’ottima visibilità al marchio. Sono colori primordiali, connessi con la materialità e la concretezza, molto usati nel settore del lusso. Il nero è maschile, elegante, ricercato e seducente; è il colore dell’inchiostro e della scrittura. Il bianco è pulito e leggero e ricorda il candore della neve e del foglio di carta. L’insieme cromatico è classico, sobrio, lineare.

TIPOGRAFIA: CON QUALE CARATTERE È SCRITTO MONT BLANC?

Lettering maiuscolo, grassetto e lineare, si contraddistingue per le terminazioni appuntite, che vogliono evocare le vette delle montagne. La ‘A’, specialmente, è un chiaro riferimento al monte più alto d’Europa. La composizione è ordinata e le parole visivamente giustificate in un rettangolo danno stabilità al marchio. La lettura è facile e immediata.

 

Sito Webwww.montblanc.com

* Scritto da Béatrice Ferrari per la Rubrica Comunicando
** Analisi grafica Martina de Rui di Foglia Design

0 Commenti

Lascia una risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*