Marcello Gesmundo

Marcello Gesmundo
10 Ottobre 2017 admin

Molte aziende che hanno buone idee, riversano il massimo delle proprie energie nella realizzazione del prodotto, ma una volta concretizzato, spesso trascurano l’aspetto del brand con il quale commercializzare il prodotto stesso, perdendo l’occasione di dare “vigore” alla propria iniziativa.
Il Naming Day che ho seguito al momento di avviare una nuova startup, mi ha permesso di avere una panoramica su tutte le implicazioni legate alla scelta del “giusto nome”, individuando il modo corretto di procedere nella scelta del brand da utilizzare per un determinato prodotto e valutando opportunamente le proposte derivanti da sessioni di brainstorming.
Il Naming Day è stata anche una preziosa occasione per un proficuo confronto con realtà aziendali affermate che, contrariamente a quello che dall’esterno il consumatore può percepire, affrontano le problematiche del marketing dando il giusto peso e rilevanza alla scelta del brand.
Grazie a questa giornata e al successivo impegno e disciplina nel seguire le indicazioni ricevute, sono riuscito a depositare nuovi marchi d’impresa presso l’UAMI. Il mio modesto parere è che ogni imprenditore o responsabile del marketing che voglia acquisire nuovi strumenti per la corretta interpretazione del brand troverà le giuste risorse e risposte nel Naming Day.
www.yoovant.com