MILANO: un ‘brand name’ perfetto in vista dell’Expo 2015 !

MILANO: un ‘brand name’ perfetto in vista dell’Expo 2015 !
14 Ottobre 2014 synesia

ORIGINI DEL NOME MILANO
L’ipotesi più affermata è che il nome Milano derivi da Mediolanum, una fusione di due vocaboli latini ‘medio’ e ‘planum’ con il significato di In Mezzo alla Pianura. Il termine latino Mediolanum potrebbe a sua volta derivare dal termine celtico Midland, composto da ‘mid’ e ‘land’ con il significato di Terra di Mezzo.

Secondo Raffaele Altavilla in ‘Cento racconti di storia lombarda’, ed. Messaggi (1874), il nome sarebbe derivato da due famosi capitani Galli Medo e Olano, che con le loro ricchezze accrebbero lo sviluppo della città da poco fondata.Milano potrebbe anche avere origini germaniche nell’accezione di Paese di MaggioMay-land’, perché quello era il periodo in cui le popolazioni attraversavano i passi alpini dopo il gelo dell’inverno. Un’altra leggenda narra che i druidi, sacerdoti dei popoli celtici, interpellarono gli dei per conoscere il luogo migliore e il nome più appropriato per la nuova capitale della regione appena conquistata dai Galli. Gli dei risposero che il luogo prescelto sarebbe stato occupato dal pascolare di una scrofa col dorso coperto a metà, la scrofa di nome Semilanuta da ‘medio’ e ‘lanae’.

Infine, la teoria più accreditata da molti studiosi afferma che il nome latino Mediolanum derivi dal celticoMedhelan’ ossia Luogo sacro di perfezionamento, un santuario ‘medheCentro e ‘lanonSantuario. A sua volta Medhelan deriverebbe dall’antico sanscritoMadhya-lan’ con il significato di Terra Sacra di Mezzo. È probabile quindi che inizialmente la fondazione di Milano fosse riferita ad una località sacra in cui si svolgevano gli antichi culti legati alla grande madre natura.  

dLA MELODIA DEL NOME MILANO
Milano è un trisillabo italiano [mi-la-no] molto facile da pronunciare dal ritmo piano, pacato e delicato. L’insieme consonantico [mln] è caratterizzato dalla presenza di due nasali [mn] morbide e sorde e di una liquida [l] leggera e decisa. A livello vocalico, l’insieme [iao], oltre a conferire grande italianità al nome, porta varietà, apertura, simpatia. L’espressione fonetica del nome Milano è quindi calda e tranquilla, si stira in lunghezza con una sottile sosta sulla [a] centrale che conferisce importanza e autorevolezza. Si tratta di un toponimo che, per via della finale ‘o’, si può classificare come singolare maschile. Il nome Milano rimane pressoché invariato nelle maggiori lingue occidentali: Milan in inglese e francese, Milán in Spagnolo, Milão in Portoghese, Milaan in Neerlandese e Mailand in Tedesco.

INFINE…
Il toponimo Milano – dal greco ‘tòposluogo e ‘ònomanome – identifica oggi il famoso capoluogo della regione Lombardia, città di riferimento a livello internazionale, capitale mondiale della moda e del design e fulcro vincente dell’economia Italiana. Milano è sempre associata alla particolare sagoma del Duomo. Oggi Milano è sinonimo di Expo 2015, evento organizzato ogni 5 anni e nato dall’antica ‘Esposizione UniversaleGreat Exhibition nata a Londra nel 1851.

Per quest’occasione, la città cambia radicalmente volto, con costruzioni rivoluzionarie e innovative: da segnalare il quartiere di Porta Nuova che propone nuovi edifici quali la residenza Bosco Verticale o la residenza dei Giardini. Il progetto di riqualificazione della vecchia Fiera Campionaria diventa invece CityLife, con la costruzione di Tre Torri che costituiscono un centro direzionale innovativo e di altissimo livello architettonico. Nascono anche nella location due esclusive aree residenziali e il terzo parco della città dopo Sempione e Palestro.

0 Commenti

Lascia una risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*